Apple Watch: crollo delle vendite del 40% nei primi mesi del 2016

Apple Watch: crollo delle vendite del 40% nei primi mesi del 2016

Sembra proprio che per la Apple, questo 2016, non sia iniziato nel migliore dei modi, infatti secondo l’analista Matthew Goodman di ITG Investment Research, le vendite registrate negli Stati Uniti nel periodo compreso tra gennaio e marzo sarebbero crollate del 40% rispetto al trimestre precedente.

Un crollo sicuramente importante ma che non ha fatto perde molto terreno all’Apple Watch grazie alle sue ottime vendite iniziali che lo hanno portato a conquistare il 52% del mercato degli smartwatch. Un traguardo molto importante per la Apple, raggiunto in un settore dove la maggior parte delle aziende concorrenti fanno una certa fatica ad imporsi con i proprio prodotti e dove la maggior parte degli altri smartwatch appartengono a Samsung e Motorola, che sono riuscite a guadagnare una buona parte del mercato internazionale.

C’è però da sottolineare che fin dalla data di lancio, la Apple ha preferito non pubblicare i dati relativi all’andamento delle vendite del dispositivo indossabile, giustificando tale scelta nell’intenzione di non fornire informazioni preziose alla concorrenza. Per tale motivo bisogna dunque riconoscere come i valori sin qui emersi siano da considerarsi unicamente frutto di speculazioni degli analisti.

I dati fiscali ufficiali, relativi al secondo trimestre il prossimo martedì 26 aprile.