Intel Skylake: saranno sui prossimi Mac?

Intel Skylake: saranno sui prossimi Mac?

Un sito americano trova le informazioni sui prossimi processori Intel Skylake: saranno più potenti e consumeranno meno e finiranno dentro ai prossimi Mac, forse a cominciare dai MacBook Pro 15″.

Prestazioni più alte, consumi inferiori. Sono questi i due elementi chiave dei nuovi processori Skylake di Intel, componenti che arriveranno certamente anche nel mondo Apple.

Intel non ha ancora annunciato nulla di specifico e dettagliato, fatto salvo i contorni in cui si collocano i processori, ma il sito FanlessTech è riuscito a ottenere alcune slide della Casa di Santa Clara dalle quali si ricavano precise informazioni sulle migliorie in termini di performance dei processori di futura generazione, evidenziando migliorie sia sul versante desktop, sia su quello notebook. Dalle diapositive si apprende che i processori offriranno performance migliori tra il 10% e il 20% in termini di CPU con le applicazioni single e multi-threaded, consumi ridotti, migliorie fino al 30% dal punto di vista della grafica Intel HD rispetto ai processori Broadwell, e miglioramenti fino al 30% in termini di durata della batteria.

La famiglia Skylake sarà suddivisa in quattro modelli principali:

  • serie-Y (che dovremmo vedere su futuri MacBook), con migliorie fino al 17% in termini di CPU, fino al 41% per la Intel HD Graphics e fino a 1.4 ore in più di durata della batteria
  • serie-Y (potenzialmente utilizzabile su futuri MacBook Air), con migliorie fino al 10% in termini di CPU, fino al 34% per la Intel HD Graphics e fino a 1.4 ore in più di durata della batteria
  • serie-H (potenzialmente utilizzabile su futuri MacBook Pro), con migliorie fino all’11% in termini di CPU, fino al 16% per la Intel HD Graphics e con ottimizzazioni che offrono fino all’80% di consumi in meno rispetto alle serie precedenti
  • serie-S (potenziale target: iMac), con migliorie fino al 11% in termini di CPU, fino al 28% per la Intel HD Graphics e fino al 22% in meno di TDP (thermal design power).

Ricordiamo che l’attuale generazione dei MacBook Pro 15″ Retina è stata rinnovata, ma senza variare i processori, questo nonostante ci fossero dei Broadwell (i chip correnti) più moderni, usati solo sui MacBook Pro 13″ e sui MacBook 12″ Retina. Il fatto che Apple abbia deciso di usare saltare per le sue macchine portatili professionali il salto generazionale usato sui prodotti di fascia inferiore, secondo molti osservatori significa che sui MacBook Pro Retina 15″ dovrebbero essere usati, non appena disponibili, gli Skylake. In questo passaggio Apple potrebbe anche decidere di ristilizzare completamente le macchine, e introdurre la nuova generazione di schede madri “mini” viste sui MacBook 12″ Retina.

I processori Skylake dovrebbero essere annunciati ufficialmente tra due settimane (in occasione della Gamescom che comincia il 5 agosto in Germania). I produttori potrebbero essere già ricevuto dei campioni ed essere in grado di mandare in produzione le macchine molto presto. Tecnicamente, dunque, Apple potrebbe essere in grado  di rilasciare la nuova generazione di MacBook in autunno o al più tardi ad inizio inverno.

Unknown Unknown-1